Crea sito

Displaying posts published in

novembre 2016

Referendum, casta e Costituzione

Chissà a quale casta di riferisce la propaganda del Sì, quando dice che votandolo viene combattuta la Casta. Non voglio entrare nelle questioni del “giglio magico”, che sono da piccolo cabotaggio, pur rilevante. Dico solo che – a parte l’ultima uscita dell’Economist che, come si sa, tanto ragiona “all’inglese” – dopo avere ammucchiato a sostegno […]

Referendum: perché prima No (2006) e poi Sì (2014)?

Quello che davvero non si capisce è come mai quelli che hanno votato No nel 2006 al referendum sul tentativo di Berlusconi di cambiare la Costituzione, ora votano Sì. Si protesta che la modifiche attualmente proposte sono diverse. Ma il punto è che la sostanza è la stessa, solo che – essendo stati probabilmente ammaestrati […]

Referendum e legge elettorale

Se si vuole davvero cambiare quella ipertruffa (e non è un termine mio) che è la legge elettorale, lasciando al tempo che trova il giochetto delle cartucelle firmate e controfirmate all’interno di un partito per ragioni di governo domestico, votare No rappresenta la strada maestra. Non è la ragione principale per votare No ed è, […]

Ticonzero news n. 68 novembre 2016

Cliccare sull’immagine

Indovinate cosa succede se… Costituzione à la carte

La nessuna lungimiranza costituzionale della proposta referendaria per il Sì, che si vanta di aver fatto “presto”, laddove i tentativi precedenti erano falliti, rappresenta l’ennesimo slogan vuoto che si accompagna a quello della maggiore velocità nel fare le leggi; come se in quest’ultimo caso la velocità fosse un requisito saggio. Tanto più che il Governo […]

A scuola niente politica?

Su Ticonzero un articolo di Maurizio Trittico, seguita da discussione,  sulla rubrica aperiodica Articoli di Autori Vari     77.  A scuola niente politica?    

Referendum: stabilità/instabilità

Uno dei tasti su cui pigiano i sostenitori del Referendum, cercando di far breccia anche fra le persone che non hanno ancora deciso, è quello della instabilità se dovesse affermarsi in No. Ora, è davvero da nani politici legare un voto costituzionale al destino di un governo pro-tempore in carica (come lo sono per definizione tutti i […]

Referendum: semplificare, semplificare…

Uno dei termini più usati nella propaganda per il Sì è “semplificazione”. Il messaggio implicito sarebbe che così “vivrete meglio” e più liberi, però non si bene da cosa. “Semplificare” vuole dire in italiano “rendere più semplice”; e ”semplificazione” è un termine  che usò già Pietro Verri a fine Settecento, parlando di fiscalità e di […]

Günter de Bruyn. Bilancio provvisorio

Su Ticonzero un nuovo testo di Anna Maria Curci sulla rubrica aperiodica Il cielo indiviso     9. Günter de Bruyn, Bilancio provvisorio

Stato di guerra e modifiche costituzionali

Intervista a Fabio Mini: è stato capo di Stato maggiore del Comando NATO per il Sud Europa e a partire dal gennaio 2001, è stato comandante della missione KFOR in Kosovo dal 2002 al 2003. Qui un estratto da una intervista sulla dichiarazione dello Stato di guerra secondo le modifiche costituzionali proposte. Fabio Mini è […]